Tutele giuridiche in asta

Tutele giuridiche in asta

Nel pieno della pandemia il mercato degli oggetti da collezione, compresa l'arte vira in maniera inarrestabile verso l'uso di strumenti digitali: quali sono le tutele giuridiche per chi vende e chi compra?
In Italia gli intermediari, quali sono le case d'asta incluse quelle online, marketplace e aggregatori d'asta in genere, devono essere in regola con le Camere di Commercio se vogliono agire sul web: una casa d'aste registrata per svolgere l'attività di casa d’aste al dettaglio/escluse vendite via internet, dovrà necessariamente estendere la propria attività a quella di commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet.
La vendita all'asta esclusivamente online comporta l'ingresso nel variegato universo dell'e-commerce, caratterizzato da rigorosi presidi giuridici a tutela del consumatore, cioè di chi agisce per scopi estranei alla propria professione. Non solo la registrazione all'asta, ma anche l'eventuale successivo procedimento che può condurre all'aggiudicazione del bene (quale che esso sia: non solo arte, ma ogni bene da collezione) devono avvenire fornendo sul sito tutto il corredo d'informazioni previsto dalla legislazione UE sulle vendite a distanza e al di fuori dei locali commerciali e sul commercio elettronico. Per esempio, l'identità e la sede dell'intermediario che ha organizzato l'asta (non del venditore, che rimane anonimo com'è normale nelle aste), il prezzo complessivo che l'aggiudicatario dovrà pagare (incluse commissioni e diritto di seguito), le modalità di pagamento e di gestione dei reclami, la consegna e l'eventuale costo di trasporto, l'esistenza o meno del diritto di recesso.
In merito al diritto di recesso, la normativa è chiara: se si tratta di un'asta "ibrida" (presenza fisica e modalità di offerte anche online), il diritto di recesso non si applica (ma comunque questa esenzione deve essere precisato); se si tratta di un'asta esclusivamente online, il diritto di recesso si applica e bisogna spiegare nel dettaglio le modalità di esercizio, fornendo anche il modello standard per esercitare tale diritto. Il tutto, deve essere reso compatibile con l'hardware utilizzato dal consumatore: le informazioni devono essere fornite in modo chiaro e agevolmente leggibile anche se si partecipa all'asta con uno smartphone.
In questo periodo i casi che possono sorgere con le aste fisiche, amplificati dal fatto che le vendite sono a distanza riguardano autenticità dell'opera, provenienza, titolo di proprietà ed esportazione. Il foro di competenza è sempre quello del domicilio del consumatore/acquirente e in caso di mancata consegna o di consegna errata ci sono i rimedi civilistici ordinari: risoluzione o richiesta di adempimento in forma specifica e in entrambi i casi, risarcimento dei danni.

Artisti
Opere (146)